News del sito

Avviso per i corsisti del Corso Sostegno per Esuberi (A.A. 2014/2015)

 
Immagine Giovanni Frontera
Avviso per i corsisti del Corso Sostegno per Esuberi (A.A. 2014/2015)
di Giovanni Frontera - domenica, 18 ottobre 2015, 15:17
 

Si trasmette di seguito l'elenco delle richieste pervenute con rispettive risposte:

  • D: Vorremmo che in piattaforma venisse pubblicato il CALENDARIO completo del corso, anche senza la specifica degli insegnamenti, con le date di ultimazione dei moduli 2 e 3 e con le date presunte degli esami relativi ad entrambi i moduli.
    • R: Il Calendario completo del corso, senza la specifica degli insegnamenti è il seguente: Tutti i venerdì dalle ore 14,00 alle ore 19,00 e tutti i sabati dalle ore 8,00 alle ore 19,00 (salvo contrario avviso e festivi). Le lezioni si concluderanno entro il 30 dicembre 2015. Il calendario dettagliato verrà pubblicato al più presto.
  • D: Gradiremmo che ogni Docente, al termine del Suo Insegnamento, pubblicasse in piattaforma una batteria di 10-11 domande a risposta multipla, con relativo correttore, dalle quali estrapolare quelle che faranno parte della verifica di fine modulo.
    • R: La richiesta è stata presa in considerazione dalla Direttrice del Corso.
  • D: Al fine di studiare con continuità, riteniamo sia utile il puntuale aggiornamento della piattaforma e un'immediata pubblicazione dei materiali (dispense) e delle video-lezioni.
    • R: Il materiale didattico viene inviato dai docenti al personale tecnico per l'inserimento in piattaforma, questo iter prevede, di norma, un tempo di realizzazione di 3-4 giorni. Se alcuni materiali non sono presenti segnalarlo a uno dei responsabili della piattaforma.
  • D: Modalità dell'esame finale (a chiusura del 3° modulo): ci sarà un esame di fine modulo (con domande a scelta multipla) o dovremo discutere una tesina?
    • R: Le modalità dell’esame finale sono disciplinate dalla normativa (D.M. 30 settembre 2011, Art. 9), lo stesso prevede che: 
      1. Il corso si conclude con un esame finale al quale  e'  assegnato uno specifico punteggio. 
      2. La commissione d'esame e' composta dal direttore del corso,  che la presiede, da due docenti che  hanno  svolto  attivita'  nel  corso nominati dalla competente autorita' accademica, nonche' da un esperto sulle tematiche dell'integrazione dei  disabili  e  da  un  dirigente tecnico o da un dirigente scolastico designati dal dirigente preposto all'ufficio scolastico regionale. 
      3. L'esame finale valuta, attraverso un colloquio con il candidato:
           a. un elaborato di approfondimento teorico a scelta del candidato volto a dimostrare la completa padronanza dell'argomento scelto e gli aspetti applicativi in ambito scolastico; 
           b.  una  relazione  sull'esperienza  professionale  di  tirocinio consistente  in  una  raccolta   di   elaborazioni,   riflessioni   e documentazioni; 
           c. un prodotto multimediale finalizzato alla  didattica  speciale con l'uso delle tecnologie della  comunicazione  e  dell'informazione (T.I.C.) .
      4. L'esame finale si intende superato da parte  di  quei  candidati che hanno conseguito una valutazione non inferiore a 18/30. 
      5. La  valutazione  complessiva  finale,  espressa  in  trentesimi, risulta dalla somma della  media  aritmetica  dei  punteggi  ottenuti nelle  valutazioni  di  cui  all'art.  8  e  dal  punteggio  ottenuto nell'esame di cui al comma 1 del presente  articolo.  La  valutazione complessiva finale e' riportata nel titolo di specializzazione.”
  • D: Tirocinio (modalità, tempi e ore da svolgere): Così come specificato nell'art. 3 della Convenzione tra la Direzione Generale per il Personale Scolastico e la Conferenza Universitaria Nazionale di Scienze della Formazione, "Almeno un quarto dei CFU è dedicato ad esperienze dirette, con concrete applicazioni delle cognizioni teoriche apprese. Tali esperienze potranno essere svolte nelle scuole sedi di servizio ed in orario di servizio, o presso altre scuole specializzate in disabilità. Le attività e l'impegno orario saranno monitorati da Dirigente Scolastico della scuola statale o dal responsabile del centro e/o associazione collegati in rete con l'istituzione scolastica e riconosciuti dall'Università".    Alla luce di quanto innanzi richiamato, i Docenti già UTILIZZATI sul Sostegno (che lavorano su alunni con disabilità) devono farsi rilasciare dal proprio Dirigente scolastico una Certificazione, per il Tirocinio svolto, per un monte ore pari a...?
    • R: I tirocinanti devono farsi rilasciare dal Dirigente scolastico apposita certificazione attestante l’attività e le ore svolte (così come richiesto dalla Convenzione tra la Direzione Generale per il Personale Scolastico e la Conferenza Universitaria Nazionale di Scienze della Formazione).
  • D: I Docenti non utilizzati sul sostegno, invece, possono fare il tirocinio nella propria scuola di servizio oppure sono obbligati a rivolgersi ad una scuola accreditata?
    • R: Come specificato nell’Art. 3 della Convenzione, le attività di tirocinio possono essere svolte nella propria scuola, il docente tirocinante dovrà applicare le “... cognizioni teoriche apprese.”. “Le attività e l'impegno orario saranno monitorati dal Dirigente Scolastico della scuola statale o dal responsabile del centro e/o associazione collegati in rete con l'istituzione scolastica e riconosciuti dall'Università".